Siti di interesse

Giuseppe Brion era nato a San Vito di Altivole, paese della pianura trevigiana. Nel 1939 sposò Onorina Tomasin, originaria di S. Giustina in Colle.

Terminati gli studi, nel secondo dopoguerra i coniugi si trasferirono a Milano dove, nel 1945 Giuseppe Brion e la moglie Onorina fondarono assieme all'amico Ing. Pajetta la BP, una società per la produzione di componenti elettronici; l'azienda, già altamente innovativa, si specializzò poi nella produzione di apparecchi prima radio e televisivi poi, inizialmente con il nome di B.P. Radio, poi di Vega e infine, negli anni '60 di Brionvega.

La famiglia Brion coltivò interessi nel campo dell’arte, dell’architettura e del design, manifestando una particolare capacità nel scegliere i migliori progettisti italiani per le proprie realizzazioni.

Il catalogo Brionvega divenne una vera e propria "collezione", un crocevia ineludibile della storia del design italiano ad opera di architetti quali Marco Zanuso, Richard Sapper, i fratelli Pier Giacomo Castiglioni e Achille Castiglioni, Mario Bellini, Franco Albini, Ettore Sottsass e Gino Valle.

Unica tra le industrie del settore, la Brionvega ha rappresentato l'Italia alle esposizioni mondiali di Montreal (1967) e di Osaka (1970); gli oggetti prodotti da Brionvega sono nelle collezioni permanenti del MOMA di New York , del Louvre e in altri importanti musei.

Paragonabile forse solo alla Olivetti negli anni '60-'80, Brionvega perseguì brillantemente obiettivi di qualità del design, di chiarezza della comunicazione e di miglioramento estetico/funzionale dello spazio domestico e di lavoro.

Nel pieno della maturità, Giuseppe Brion morì improvvisamente a Rapallo non ancora sessantenne il 12 settembre 1968.

Onorina ed Ennio Brion interpellarono Carlo Scarpa per l'ideazione del sacello di famiglia. Scarpa aveva incontrato più volte i coniugi Brion durante i comuni soggiorni ad Asolo; la qualità dei luoghi, la mitezza del clima, le presenza di una storia millenaria avevano convinto l'architetto a fissarvi la sua residenza in una casa d'affitto fino a metà degli anni '70.

Torna all'inizio del contenuto